Carrello
0 elementi
 
Offerte speciali
BFM 2016 - Il padrino Mug Special Edition	BFM 2016 - Il padrino Mug Special Edition
12,00€ 7,65€  
GUY MADDIN GUY MADDIN
15,00€ 12,00€  
TERRENCE MALICK TERRENCE MALICK
16,00€ 12,00€  
Un tocco di Wilder Un tocco di Wilder
18,00€ 12,00€  
VIAGGIO ATTRAVERSO L'IMPOSSIBILE VIAGGIO ATTRAVERSO L'IMPOSSIBILE
13,00€ 8,00€  
 

Il castello

Il castello
Clicca per ingrandire
Prezzo: 10,00€
Disponibilità: in magazzino
Codice: Lab80_dvd20

Il castello

di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti , Italia, 2011
Premio Avanti! alla 29 edizione di Torino Film Festival! 

Il castello è un film che racconta un anno dentro l’aeroporto intercontinentale di Malpensa, un luogo in cui la burocrazia, le procedure e il controllo mettono a dura prova la libertà degli individui, degli animali e delle merci che da lì transitano. L’aeroporto è un luogo strategico in cui si concentrano tutte le forze dell’ordine esistenti in un paese. Qui si sperimentano le nuove forme del controllo: un laboratorio permanente sulla sicurezza come nessun altro spazio pubblico riesce ad essere. Servizi Segreti italiani e stranieri, Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza, Guardie giurate, cani anti-droga, anti-valuta e anti-esplosivo, telecamere ovunque e la paura sempre alimentata di un pericolo sconosciuto in arrivo. Osservando la vita dell’aeroporto si compone, in quattro movimenti, il ritratto di una frontiera. Il castello è un film corale, a volte drammatico, a volte ironico, a volte contemplativo che procede per situazioni emblematiche nel corso delle quattro stagioni.

Il castello (The castle) is a movie about one year inside Malpensa intercontinental airport, a place where bureaucracy, procedures and control put a serious strain on the freedom of individuals, animals and goods passing through. The airport is a strategic place where all law enforcement agencies of a country come together. Here's where new control measures are tested: a permanent security testing area unlike any other public place. Italian and foreign secret services, Customs Police, Guardia di Finanza (Financial Police), security guards, sniffer dogs, currency dogs and explosive detector dogs, closed circuit tv cameras everywhere and the ever-growing fear of an impending unknown danger. By watching the airport life we put together a portrait of a customs border in four movements. The castle is a choral film, at times dramatic, at times ironic, at times thoughtful, which moves through symbolic situations through the four seasons. Il film è stato presentato in circa ottanta Festival.

I premi: Festival International Signes de Nuit, Prix des Signes Documentaires (Francia, 2012); Ares Film e Media Festival, Premio Migliore Film (Italia, 2012); Flaiano Film Festival, Premio Speciale (Italia, 2012); Docville, Best International Documentary (Belgio, 2012); Terra di Cinema - Festival de Tremblay-en-France, Prix du Meilleur Documentaire (Francia, 2012); Visioni Italiane – Officinema, Premio Arci Bologna (Italia, 2012); IDA Documentary Awards, Best Cinematography (Stati Uniti, 2012); Premio Doc/it Professional Award, Premio AAMOD(Italia, 2012); Torino Film Festival, Premio Avanti!, Premio Speciale della Giuria Italiana.Doc (Italia, 2011); EBS International Documentary Film Festival, Premio Speciale della Giuria (Corea, 2011); HotDocs Toronto, Special Jury Prize International Feature (Canada, 2011).

Massimo D’Anolfi è nato a Pescara, nel 2003 ha realizzato cinque documentari radiofonici per Radio RAI3. Si torna a casa, appunti per un film (2003) è stato selezionato al Torino Film Festival e Play (2004) al Festival dei Popoli di Firenze.

Martina Parenti lavora per il cinema e la televisione come documentarista. Ha realizzato programmi televisivi tra cui School in Action (2006), L’apprendista stregone (2002). Nel 2006 ha diretto un episodio del film collettivo Checosamanca.

Massimo D’Anolfi e Martina Parenti hanno realizzato insieme I promessi sposi (2006), presentato al Festival del film di Locarno e premiato al Festival dei Popoli e a Filmmaker Film Festival, Grandi speranze (2009) sempre presentato al Festival del film di Locarno, Il castello (2011). Del 2013 è Materia oscura, drammatica testimonianza sul poligono di tiro del Salto di Quirra in Sardegna, presentato al Festival di Berlino 2013 e in anteprima italiana a Bergamo Film Meeting 2013 e al Bari Film Festival.